cosa vedere a roma

Cosa vedere a Roma

Il turista che arriva a Roma e la visita per la prima volta si accorgerà fin da subito di trovarsi di fronte a una magnificenza unica.
C’è l’imbarazzo della scelta nel decidere quali luoghi visitare, ma è pur vero che ci sono quelli irrinunciabili specie durante questo anno giubilare straordinario della Misericordia.

Cosa vedere a Roma

piazza san pietro a roma

Particolare di Piazza San Pietro a Roma

La prima tappa è quella di Piazza San Pietro con la Basilica. Il colonnato del Bernini che vi “abbraccerà” sarà già un preludio alla bellezza che vi aspetta all’interno dell’edificio più importante della cristianità. Qui si svolgono le udienze generali del Papa, la proclamazione dei santi e la stessa piazza è stata testimone di eventi straordinari. Mentre attraversate piazza San Pietro, noterete l’obelisco centrale, che corrisponde al luogo dove San Pietro fu martirizzato e le sontuose fontane ai lati. Se volete intravedere tutte le colonne del Bernini troverete sulla destra, venendo da Via della Conciliazione, una mattonella bianca, fermandovi sulla quale avrete un colpo d’occhio unico.
All’interno della basilica i tesori sono innumerevoli, a cominciare dalla Pietà di Michelangelo, per passare alla tomba di Giovanni Paolo II e di altri papi nonché alla ricchezza delle decorazioni, dei marmi, delle statue e dei numerosi altari, il culmine dei quali è quello centrale con le famose colonne tortili di marmo scuro.

Da Castel Sant’Angelo ai Musei Vaticani

Castel Sant'Angelo

Castel Sant’Angelo visto dal Ponte Sant’Angelo

Percorrendo a ritroso via della Conciliazione vi ritroverete davanti a Castel Sant’Angelo, che fu costruito dall’imperatore Adriano nel 125 d.C. come mausoleo e nei secoli più volte rimaneggiato, fino a diventare residenza papale nel 1447. Famoso il corridoio del “passetto”che lo collega proprio al Vaticano, pensato per salvare il Papa nel caso di assedio o attacchi nemici a Roma.
Dal Castello si gode una vista spettacolare che spazia sulla città eterna e sul vicinissimo Tevere. Al suo interno si può visitare il museo e, appena usciti, non può mancare una passeggiata sul Ponte Sant’Angelo, uno dei più suggestivi di Roma da dove fotografare la cupola di San Pietro.
Basta tornare indietro e dirigersi verso via Ottaviano, dove sono vicini i Musei Vaticani. A Roma le code sono la normalità e l’attesa in questo caso potrebbe anche essere di 2 ore, ma vedere la Cappella Sistina vi ripagherà di tutto.

Da Piazza di Spagna al Colosseo

Nei pressi dei Musei potete prendere la metro, direzione Piazza di Spagna e, in pochi minuti, vi ritroverete nel salotto più bello della città, ricca di glamour e come sempre di storia. Al centro c’è la fontana della Barcaccia e di fronte la splendida scalinata di Trinità dei Monti, sulla quale troneggiano i 2 campanili della chiesa in Campo Marzio. Una curiosa tradizione vuole che, se una ragazza siede su uno dei gradini, voglia dire che è in cerca dell’amore.

A questo punto da Piazza di Spagna ci si può recare, attraverso le strade del centro, in tutti i luoghi più importanti di Roma. Il consiglio è di muoversi a piedi, per ammirare ogni angolo caratteristico tra negozi, boutique, bar, ristoranti, ed entrate in contatto con i romani stessi, abituati ad accogliere persone da tutto il mondo. A circa 600 metri si trova Fontana di Trevi, la più famosa della città, da poco oggetto di una risistemazione, dove è d’obbligo lanciare una monetina per assicurasi di tornare a Roma.

cosa vedere a roma

La Fontana di Trevi a Roma

Non lontano c’è il Pantheon, con la sua pizzetta e le colonne imponenti che furono fatte arrivare dall’Egitto. Risale al 27 a.C. Oggi ospita le tombe dei Savoia nonché dell’ultimo re d’Italia Umberto.
Tornando indietro e riprendendo Via del Corso, si giunge a Piazza Venezia e all’Altare della Patria, detto Vittoriano, in quanto dedicato a Vittorio Emanuele II. Da qui il passo è breve per il Campidoglio, dal quale si può scendere e attraversare via dei Fori Imperiali con le vestigia antiche più belle del mondo. Infine vi troverete davanti al simbolo di Roma: il Colosseo.
Questi luoghi li potete visitare anche in 3-4 giorni e la vostra prima visita a Roma sarà indimenticabile.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *