Cosa vedere a Milano oltre al Duomo

Cosa vedere a Milano oltre al Duomo

Milano è sinonimo di moda, acquisti e, naturalmente, del Duomo. La magnifica cattedrale di Milano attira tutti i flash ed è l’icona indiscussa della città. Tuttavia, quali altri tesori ti attendono oltre al Duomo? In questo articolo ti offriamo varie ragioni per cui visitare il centro economico, politico e della moda d’Italia.

cosa vedere a Milano

Il Duomo è sicuramente il simbolo della città di Milano

Quando qualcuno chiede cosa vedere a Milano, la risposta è invariabilmente il Duomo, la cattedrale gotica con ritocchi neogotici che sembra sfidare il cielo. Tuttavia, oltre alla imponente costruzione in marmo rosa, ti attendono tesori artistici e storici che saranno in grado di emozionarti. Milano è una città millenaria ed è stata una dei centri del Rinascimento, specialmente grazie al mecenatismo dei suoi ricchi duchi verso i grandi artisti dell’epoca.

Cosa vedere a Milano | Le grandi opere d’arte

Milano ha visto nascere le prime opere maestre di Leonardo da Vinci, grazie al duca Ludovico Sforza. Nel convento di Santa Maria della Grazie possiamo ancora ammirare l’ipnotico affresco de L’Ultima Cena di Leonardo, considerata la maggiore opera pittorica del mondo. Solo a Milano avremo l’opportunità di conoscere tutti i segreti di questo magnifico affresco. Questa opera ha generato ancora più interesse in seguito alla pubblicazione del Codice da Vinci, che svela alcuni dei suoi significati occulti e rivelatori. Credi di poter vedere tutto questo in una semplice fotografia?

La Pinacoteca di Brera, per parte sua, non ha nulla da invidiare ad altre grandi gallerie d’arte del mondo, conservando opere dei principali pittori italiani. Inoltre, nel Museo di Ludovico Sforza, celebre mecenate delle arti, troviamo un’opera che lascia molti sorpresi: l’ultimo quadro dipinto da Michelangelo, tra centinaia di opere.

pinacoteca di brera

La pinacoteca di Brera, galleria nazionale di arte moderna e antica.

Sapevi inoltre che Milano è una delle poche città europee che conta più di 2600 anni di storia? Fondata dai celti, la città subì decine di terribili invasioni che la fecero morire e rinascere fino ad arrivare alla Milano di oggi: una delle capitali del mondo e punto di riferimento della moda. Romani, goti, unni, austriaci e francesi occuparono questa città annettendola ai loro imperi ed a loro volta furono dominati da essa. Per questo ci sarà sempre qualcosa da imparare tra gli angoli del suo centro storico, nelle otto zone restanti in cui è divisa amministrativamente la città e persino nei suoi dintorni, alla ricerca di rovine celtiche.

A Milano è possibile godersi bellissime passeggiate, passando dal Rinascimento all’Austria imperiale, con tutto il suo splendore. La caratteristica migliore di questa città è che tutte le cose da vedere si trovano in luoghi relativamente vicini. Così non puoi lasciarti sfuggire la Galleria Vittorio Emanuele II, mentre assapori un caffè nelle terrazze, dopo aver visitato i negozi locali. Anche il Castello Sforzesco offre più di cento ettari di passeggiata tra una vegetazione frondosa dove si incontrano ricordi della Milano francese. Infine, non puoi neanche lasciarti sfuggire una visita alla Basilica di Sant’Ambrogio per ammirare la sua millenaria facciata maestosa. Di fronte alla basilica troverai l’unico monumento sopravvissuto dell’era romana: le colonne di San Lorenzo.

galleria vittorio emanuele a Milano

La galleria Vittorio Emanuele è la galleria commerciale di Milano per eccellenza.

Quando visiti Milano e i suoi dintorni, non dimenticare che ti dovrai confrontare con 27 secoli di storia.

Se desideri approfondire la storia e l’arte di Milano durante la tua prossima visita della città, ti raccomandiamo di partecipare a un tour tematico, come ad esempio il percorso “Leonardo a Milano”, o ad un percorso guidato attraverso la Pinacoteca di Brera. Alla reception della maggior parte degli hotel in città troverai informazioni sui tour disponibili, in grado di soddisfare il gusto e le esigenze di ogni tipo di viaggiatore.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *